CONSULENZA TECNICA

Ristrutturazioni e consolidamenti
Marzo 20, 2017
OFFERTA MODELLO FLORIDA
Ottobre 19, 2017

Affidabilità e sicurezza di una casa in legno


In molte persone è radicata l'idea che le case in legno appaiono come edifici costosi e destinati a durare per un periodo di tempo limitato, spesso l'edificio in legno viene definito “casetta”, ma non è così. Le case in legno sono sicure, di ottima qualità, di lunga durata, con un confort interno, di gran lunga superiore delle case realizzate con metodo tradizionale. Di seguito vengono evidenziate le caratteristiche più significative delle costruzioni in legno:

Sicurezza di una casa in legno per resistenza ai terremoti

Il territorio italiano è interamente considerato a rischio sismico, e viene suddiviso in base alle “Norme sismiche” in tre zone. Le strutture delle case in legno (nel nostro caso il “Platform Freame”), si adattano agevolmente alle “Norme sismiche Italiane”, passando dalla zona 3 (quella a minore rischio sismico), alla zona 1 importanti modifiche delle strutture. Gli edifici in legno hanno un ottimo comportamento nei confronti dei sismi grazie alla leggerezza e flessibilità del legno ed alla duttilità delle unioni meccaniche, per cui, gli edifici in legno, oscillano ma non crollano. Le case non subiscono danni strutturali quindi possono essere riparate, se necessario, e nuovamente abitate.

Per meglio comprendere questa capacità delle strutture in legno, proviamo a spiegarlo con un esempio. L'effetto sismico orizzontale a cui viene sottoposta una struttura, è proporzionale alla sua massa (peso) e viene applicato in corrispondenza degli orizzontamenti (solai di piano). Prendendo in considerazione una struttura in muratura oppure in cemento armato, abbiamo un peso specifico delle strutture che varia da 2000 a 2500 Kg/mc. Una struttura in legno generalmente ha un peso specifico che varia da 350 a 450 Kg/mc, quindi se l'effetto sismoco è proporzionale al peso della struttura si può approsimativamente dedurre che un edificio in legno subisce un effetto sismico orizzontale circa 5 – 6 volte minore di una comune struttura in muratura o cemento armato.

Sicurezza di una casa in legno per resistenza al fuoco

Pur essendo il legno un materiale combustibile, esso dimostra un buon comportamento nei riguardi della sicurezza strutturale in relazione agli incendi. Quello che può sembrare un paradosso è invece un fatto perfettamente spiegabile su basi scientifiche.

In caso di incendio, le abitazioni in legno sono più sicure degli edifici tradizionali. Infatti, contrariamente a quanto siamo abituati a pensare, il legno brucia molto lentamente e solo nella parte superficiale che carbonizza, ovvero crea una barriera protettiva che rallenta il diffondersi delle fiamme nella parte interna (si autopassiva). Il legno non ancora attaccato dal fuoco “mantiene le sue caratteristiche strutturali” ed il collasso avviene solamente quando la parte integra, non carbonizzata, diventa troppo sottile. Quindi il collasso di un edificio in legno ha tempi più lunghi rispetto agli edifici in muratura, cemento armato o acciaio, permettendo l'evacuazione sicura dei suoi occupanti.

A conferma di quanto scritto, nel marzo 2007 Ivalsa, “Istituto per la Valorizzazione del Legno e delle Specie Arboree del Consiglio Nazionale delle Ricerche”, con il sostegno della Provincia Autonoma di Trento, ha effettuato una prova con la simulazione di un incendio su una casa Sofie di tre piani presso il Building Research Institute di Tsukuba, in Giappone. L'edificio in questo caso, era realizzato in legno con sistema “X-LAM” (ovvero pannelli di tavole di legno incollate a strati incrociati), ma completo di materiali di rivestimento tradizionali (cartongesso, lana minerale).

In una stanza piena di mobili e suppellettili di vario tipo che simulava la camera di un albergo, è stato appiccato un incendio per la durata di 60 minuti. All'interno della stanza la temperatura ha raggiunto 1.200 gradi mentre nelle stanze attigue non ha mai superato i 20 gradi. Le fiamme sono fuoriuscite dalle finestre, hanno lambito le pareti esterne, ma non si sono minimamente propagate nelle camere accanto e negli altri piani. L'edificio ha conservato le sue proprietà meccaniche e la struttura portante non ha subito alterazioni.

Le cause per cui si sviluppano gli incendi solitamente non dipendono dalla struttura dell'edificio, ma da componenti interni, come stoffe, arredi o elettrodomestici, quindi le probabilità che si verifichi un incendio sono le stesse degli edifici tradizionali.

Durata delle case in legno

Trattandosi di un materiale organico, una delle obiezioni più frequenti è la durabilità nel tempo. Il rilievo è senza dubbio fondato, ma costruzioni in legno vecchie di centinaia di anni presenti ad ogni latitudine testimoniano come il problema della durabilità sia facilmente risolvibile. Esempi di strutture in legno utilizzate dagli antichi Romani, il tempio buddista di Nanchan, in Cina, costruito nel 782 d.c., casa Betlemme di Svitto, in Svizzera costruita nel 1287 e le case con struttura a “Ballon Freame” (con intelaiatura in legno, oggi “Platfrom Freame”), realizzate nel corso di secoli soprattutto nell'Europa centrale, si sono conservate nelle loro condizioni originali grazie ad una combinazione di fattori che li ha protetti contro l'umidità.

Innanzi tutto solo determinate specie di legname opportunamente stagionato possono essere utilizzate nelle costruzioni. In secondo luogo il legno non deve essere raggiunto dall'umidità ascendente e dalla umidità di condensa. Il legno deve essere tenuto all'asciutto e ad un adeguato tenore di umidità interno. Un'attenta progettazione garantisce quella che è stata definita come 'protezione costruttiva', cioè l'insieme di quegli accorgimenti destinati a realizzare una struttura a prova di età.

Montato asciutto, protetto sia dall'umidità ascendente sia dall'umidità di condensa e mantenuto riscaldato nei mesi invernali, il legno ha una durata praticamente illimitata. I funghi per attaccare il legno hanno bisogno di acqua come fonte di vita primaria. Negli ambienti riscaldati e correttamente isolati il contenuto di umidità del legno oscilla tra il 6% in inverno ed il 14% in estate. I parassiti vegetali per svilupparsi hanno invece bisogno di un tasso di umidità del legno di almeno il 20% .

Grazie ad un corretto riscaldamento dell'ambiente e ad un adeguato isolamento termico gli elementi strutturali in legno, permettendo la traspirazione, evitano il raggiungimento di quelle condizioni che portano alla formazione di muffe. Quanto dura una casa in legno, quindi? La durata delle case in legno non si differenzia da quella delle case in mattoneo cemento armato, ed in entrambi i casi dipende dalla cura con cui sono state costruite e dall'attenzione e dalla cura per la propria casa nel corso degli anni. Il legno è un materiale solido e robusto. Le case in legno sono soggette alle stesse normative delle case in muratura o cemento armato.

La durata della vita è la stessa delle case in muratura o in cemento armato, se non più lunga.

Risparmio energetico e confort abitativo

Le case in legno non danno solo la sicurezza abitativa, ma permettono di risparmiare notevolmente nel riscaldamento e nel raffrescamento. Infatti il legno ha una bassa conducibilità termica ed ottime proprietà isolanti, inoltre, si comporta come un regolatore naturale di umidità in quanto assorbe l'umidità in eccesso (generalmente in primavera/autunno) e la rilascia gradualmente nell'ambiente quando diventa troppo secco. Quindi la casa sarà calda in inverno e fresca in estate, la sgradevole sensazione di umidità tipica della stagione fredda, o di afa tipica della stagione calda, saranno solo un ricordo. Le spese per riscaldarla o raffrescarla saranno minori di un edificio tradizionale, in alcuni casi quasi ridotte a zero.


ALCUNE RISPOSTE E CHIARIMENTI RICORRENTI

LA STRUTTURA DELLE PARETI E SOLAI: In legno lamellare o massello?


• la struttura portante dell'edificio è costruita in legno massiccio da costruzione “Conifera, quindi resinoso” classe C24 marchiato CE (certificato regolarmente rilasciato da allegare alla pratica sismica)

• è possibile averlo in vario materiale isolante. Consigliata la fibra di legno per la sua massa, per avere tempo di sfasamento a norma di legge (si veda “depliant tecnico”) • nel preventivo viene compresa la finitura a intonaco, con sottostante rasatura armata con rete in fibra di vetro

• nel preventivo viene conteggiata la controparete tecnica con listellatura 45x45 mm, materassino in lana minerale 50 mm e cartongesso. Comunque il suo prezzo si attesta a 28,80 €/mq circa

• si può avere in fibrogesso, ad un sovrapprezzo di 6,00 €/mq, oppure inserendo un pannello OSB/3 da 12 mm all'interno della lastra di cartongesso con sovrapprezzo di 9,60 €/mq

• la stuccatura e rasatura la possiamo eseguire noi direttamente; è stata direttamente preventivata nel preventivo delle opere di finitura

• nel lato verso l'esterno della parete portante è inserito un pannello OSB/3 12 mm avvitato alle strutture principali, comunque se richiesto da calcoli strutturali per controventamento vengono utilizzati anche controventi in nastro forato (acciaio) LBB”CLIPSET” della ditta Rothoblaas (CE EN14545)

• la parete standard ha un U=0,120 W/mqK, con uno sfasamento di 9,20h (qualità prestazionale III)

• è possibile averla a vista con un sovrapprezzo; lo standard prevede nel Vostro caso una trave reticolare piana in legno massello C24, che viene poi controsoffittata e coibentata (principalmente in corrispondenza dell'estradosso del controsoffitto). Nel preventivo viene considerato il tetto finito completo di scossaline

• nel preventivo delle finiture vengono quotate soglie in marmo a due pezzi

IL CONTROSOFFITTO IN CARTONGESSO DEL SOLAIO INTERMEDIO E DELLA COPERTURA E' COMPRESO?


• sono compresi nel preventivo redatto “preventivo casa in legno”

• la scala e il parapetto sono esclusi dalla fornitura

• sono comprese finestre e portefinestre il portoncino di ingresso blindato viene quotato nel preventivo delle finiture. Si possono avere serrature con sovrapprezzo pari a 60,00€/cad a serratura

• massimo 1,00cm, ma serebbe bene rimanere nel ½ cm. Nel preventivo delle finiture viene quotata la platea di fondazione

• eseguita in fase di montaggio, prima della posa della trave di base, con fascia da 50 cm di larghezza in guaina bituminosa

• il calcolo strutturale viene eseguito a firma di tecnico Italiano (NTC08) e viene compreso nell'importo del preventivo della casa

• tre operai per sette giorni lavorativi, per il montaggio delle strutture

• il trasporto avviene a mezzo bilico; il mezzo messo a disposizione dovrebbe essere almeno tipo “daily “ a cassone lungo circa un 30% in più

• operiamo anche su chiavi in mano con nostri operatori; nel preventivo finiture vengono già quantificati i lavori, con la sola esclusione della parte impiantistica, che verrà quantificata successivamente sentite le esigenze della committenza

QUALI SONO LE MODALITA' CONTRATTUALI IN CASO DEL "GREZZO AVANZATO" E DEL "CHIAVI IN MANO"?


• sono riportate in fondo ai preventivi redatti

• 40/60 gg compatibilmente dal periodo in cui avviene l'ordine, nel periodo primavera-estate in alcuni casi si può arrivare a 90gg

• garanzia ventennale, eseguendo piano di manutenzione di cui copia verrà consegnata a fine lavori

• Il costo viene compreso di trasporto e montaggio. Nel prezzo è compresa tutta la struttura in legno; parete esterna con cappotto da rifinire con intonaco, senza controparete interna; tetto viene fornita la sola struttura in legno, per cui è da coibentare è da coibentare, impermeabilizzare e rifinire; vengono forniti infissi in PVC a doppia camera, solo gli infissi senza gli oscuranti. Nel prezziario allegato si possono avere altri due stadi di finitura. Un grezzo avanzato con pareti finite esternamente, tetto finito e tramezzi. Il chiavi in mano che comprende tutte le opere edili occorrenti per finire la casa con l'esclusione degli impianti (impianto elettrico, termico,idraulico/sanitario)

• Servono tutte le autorizzazioni comunali ed il deposito al genio civile della pratica sismica. Servizio che siamo organizzati a valutare nell'eventualità il cliente lo richieda.

• Bisogna vedere quale profilo di acquisto si sceglie. Per il grezzo prevede la struttura grezza da rifinire; gli infissi sono compresi solo le finestre e portefinestre, tutti i sistemi oscuranti no (persiane, scuri, tapparelle). Il grezzo avanzato la struttura risulta finita esternamente ed internamente; tramezzi finiti; tetto completato con cole e pluviali. Mancano platea di fondazione, finiture interne (massetti, pavimenti, rivestimenti, pitture interne e impianti) e portoncino blindato. Nel chiavi in mano mancano gli impianti (impianto elettrico, termico,idraulico/sanitario) perchè di difficile stima a seconda delle esigenze del cliente. Poi come per qualsiasi altra casa si devono realizzare tutti gli allacci hai servizi (gas, acqua, fogne, Enel).

• In genere le case in legno vengono posizionate su una platea in cemento armato con spessore che va dai 30 ai 50 cm, comunque tutto dipende dalle indicazioni riportate nella relazione geologica, che si deve fare in sede di progetto.

• Il tetto può essere ventilato a seconda delle richieste del cliente. Le caratteristiche termo-acustiche sono di alto livello che unite ad un buon impianto termo-elettrico fanno si da portare tranquillamente la casa in classe A. Comunque per quanto riguarda le pareti hanno un coeff.di trasmittanza pari a 0,120, gli infissi in pvc a doppia camera 0,95 uno sfasamento pari a 9,5 ore

• Viene trasportata con un bilico, se l'accesso non può avvenire con un bilico bisogna eseguire un trasbordo su una motrice (a carico del cliente). Si deve comunque permettere l'accesso ad una autogru per la movimentazione delle pannellature prefabbricate

• Internamente si possono apportare modifiche a patto che non siano strutturali, esternamente si possono leggermente spostare finestre e porte con accettazione da parte della ditta. Per quanto riguarda le finiture cromatiche esterne si possono scegliere entro una gamma di finiture che vi sarà presentata in sede contrattuale

• E' possibile in fase di definizione della distribuzione interna. Le canne fumarie sono da valutare ed aggiungere al prezzo finale

• E' possibile in fase di definizione. Le verande sono da valutare a parte e da aggiungere al prezzo finale

• un tecnico per redigere un progetto in funzione delle “Norme urbanistiche” del comune dove dovrà essere costruito l'edificio. Una volta determinata la suddivisione interna degli ambienti e la distribuzione esterna delle aperture, ci può inviare il file pdf o meglio dwg del progetto che provvederemo a quantificare. Ci sono praticamente tre gradi di completamento dei lavori; il “Grezzo” che comprende la fornitura ed il montaggio della struttura al grezzo dell'edificio e gli infissi.(Fornitura di tutti i componenti comprendenti: pareti esterne,tramezzi, struttura tetto, finestre in p.v.c. di colore bianco con triplo vetro; pitturazioni esterne, per le case con rifinitura esterna in legno. pannelli isolanti termici per le case con rifiniture a cappotto, trasporto; montaggio;) Progetto architettonico e calcoli strutturali; il “Grezzo avanzato” che comprende la fornitura ed il montaggio della struttura dell'edificio rifinita esternamente, con le divisioni interne (Completamento tetto con pannelli in finto coppo, con poliuretano interposto come materiale coibente; Intonachino e pittura per soluzioni a cappotto; Rivestimento pareti esterne ,lato interno , con pannelli di carton gesso, spessore mm.12; N° 4 porte interne;Ceramiche per pavimento e rivestimento; Sanitari e rubinetterie; Portoncino esterno blindato; Controsoffitto in carton gesso, spessore mm.12; il “chiavi in mano” che comprende la finitura di tutte le opere murarie interne, pavimenti, pitture, massetti, controsoffitti, ecc...

◦ Per i prezzi al grezzo avanzato considerare una incidenza di € 580-650/mq.

◦ Per i prezzi casa finita considerare una incidenza da € 900a1.300/mq . In base al capitolato dei lavori e dei materiali scelti dal cliente per le rifiniture

• Le fondazioni nella maggior parte dei casi consistono in una platea in cemento armato con spessore di circa 30 cm, estesa per tutta la superficie della casa. In genere estendiamo di 80 cm la superficie all'esterno del perimetro dell'edificio per creare in getto unico anche un marciapiede, che gira tutto intorno all'edificio. Le fondazioni dell'edificio comunque sono determinate in funzione di quanto specificato nella relazione geologica, in cui viene evidenziata la profondità del piano di posa. In alternativa alla platea di fondazione, per profondità di posa superiori ai 60 cm può essere conveniente eseguire fondazioni a travi rovesce, con solaio rialzato in legno o laterocemento, in tale modo si riesce ad areare il solaio stesso.

Chiama ora